ROMA 8 SETTEMBRE 1943: La battaglia per Roma
ROMA 8 SETTEMBRE 1943: La battaglia per Roma

Ambasciatore Rudolf RAHN

Ambasciatore Rahn

Rudolf Rahn (Ulma, 16 marzo 1900 – Düsseldorf, 7 gennaio 1975) è stato un diplomatico tedesco. Laureato in scienze politiche e sociologia, dopo il conseguimento del dottorato entrò in diplomazia nel 1927 e nella NSDAP nel 1933. Durante la seconda guerra mondiale fu inviato nella Francia di Vichy, poi a Tunisi e a Roma; infine dal 10 settembre 1943 fu nominato da Hitler Plenipotenziario civile del Reich presso il governo nazionale fascista (RSI dopo il 1º dicembre 1943).

Rahn riceveva direttive dal Ministro degli Esteri Joachim von Ribbentrop. L'11 settembre dello stesso anno, in occasione dell'anniversario della firma del Patto Tripartito, Rudolf Rahn viene nominato ambasciatore del Reich presso la RSI.

In questo modo viene modificato, soltanto sul piano formale, il suo "status" nei confronti della Repubblica Sociale Italiana cessando il ruolo di plenipotenziario in un Paese occupato per diventare il rappresentante diplomatico in un paese alleato.

Nei primi giorni di maggio del 1945 fu catturato dagli Alleati in Alto Adige come conseguenza dell'operazione “Greenup”.  Comparve come testimone al processo di Norimberga e nell'immediato dopoguerra fu condannato a tre anni di carcere. Rimase agli arresti dal 1945 al 1951. Morì nel 1975. È autore del libro di memorie Ambasciatore di Hitler a Vichy e a Salò, pubblicato nel 1950.

Eventi

Mostra "Vite di IMI".

E' aperta la mostra "Vite di IMI - Internati Militari Italiani". Si tratta di un'esposizione storico-didattica tesa ad illustrare la vita degli oltre 600mila militari italiani deportati e internati nei lager tedeschi e della loro “Resistenza senza armi”.

Tutte le info sul sito: http://www.anrp.it/mostra/01mostra.html

Stampa Stampa | Mappa del sito
© ROMA 8 SETTEMBRE 1943